CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER I CENTRI ESTIVI

Le famiglie  potranno presentare la domanda dal 3 al 26 maggio, online o agli Uffici del Settore Servizi Educativi e Scolastici dei quattro comuni dell’Unione Terre D’Argine.

Sono 35 i soggetti che hanno inviato le domande di adesione al Progetto Conciliazione Vita-Lavoro, promosso dalla Regione Emilia-Romagna per la gestione di 45 Centri estivi sul territorio dell’Unione delle Terre d’Argine (28 a Carpi, 8 a Soliera, 5 a Novi di Modena e 4 a Campogalliano).
Le famiglie in possesso dei requisiti regionali previsti dal bando (tra cui l’Isee fino a 28.000 euro) che vorranno iscrivere i loro figli di età compresa dai 3 ai 13 anni (nati cioè dal 2005 al 2015) presso i Centri estivi dell’elenco potranno presentare agli Uffici del Settore Servizi Educativi e Scolastici dei quattro comuni dell’Unione la domanda di contributo sul costo di iscrizione, che potrà arrivare sino a 70 euro a settimana per bambino/a (per un massimo di tre settimane) e quindi fino a 210 euro totali.
Le famiglie potranno inoltrare la domanda di contributo a partire dal 3 e fino al 26 maggio, direttamente on-line dal sito dell’Unione delle Terre d’Argine (www.terredargine.it) o utilizzando i moduli disponibili sia sul sito che presso gli Uffici scuola territoriali dei quattro comuni che fanno parte dell’ente associato e che, inoltre, sono a disposizione per ogni ulteriore informazione.
Sul sito sono inoltre indicati tutti i requisiti fissati dalla Regione, sia per i soggetti gestori sia per le famiglie, e tutte le regole e modalità per l’ottenimento del rimborso.

Comunicato stampa n.756 (32-2018), Per info: http://www.terredargine.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *